Home / News / Lerici: Raccolta differenziata, come cambia dal 9 maggio. Tutte le risposte

Lerici: Raccolta differenziata, come cambia dal 9 maggio. Tutte le risposte

NEL MARZO del 2015, a Follo, la raccolta differenziata era del 14.8%. Nel marzo di quest’anno, risulta dell’83.4%. Il porta a porta ha fatto salire il dato del 68.6% in un anno: con un calo da 220 a 40 tonnellate di rifiuti conferiti in discarica, e un risparmio di 30mila euro al mese. I dati, sono di Stefano Ambrosini: lo stesso consulente scelto dal Comune di Lerici, sotto il 20% della differenziata, per avviare il servizio di ritiro porta a porta, al via dal 9 maggio.

coda_distribuzione_kit_raccolta_differenziata_san_terenzo2-h160417172754-u2404078215113th-u240411936716yzg-120x100@ilsecoloxix-spezia-kucc--390x180@ilsecoloxixweb_265x122

Tanti sono i dubbi dei lericini, preoccupati per le novità in arrivo. Cosa cambierà, in concreto?

«Tutto: spariranno i cassonetti, e ciascuno dovrà separare i suoi rifiuti, in casa, e depositarli fuori dal portone, nei giorni indicati».

Perché non lasciare qualche cassonetto?

«Perché finirebbe per diventare una discarica».

Come funziona il servizio?

«Ognuno deve ritirare il suo kit di cestini e sacchetti, e mettere dentro i suoi rifiuti, ti po per tipo».

Dove vanno messi l’umido; imballaggi in plastica e metallo e il secco non riciclabile?

«L’umido nei sacchetti compostabili, che poi vanno chiusi e messi nel mastello marrone. Gli imballaggi nel sacco giallo. Il secco nel sacco grigio. Il vetro nel mastello verde».

Cosa va messo nell’organico?

«Scarti, residui di frutta e verdura, di carne, pesce, pelli, cibo, gusci d’uovo, fondi di caffè e thè, fazzoletti di carta, fiori recisi, piccole potature di piante, terriccio, cenere del caminetto, lettiere di origine vegetale».

E nella carta?

«Giornali, riviste, quotidiani, quaderni, libri, cartone ondulato, cartoni da latte, vino, succo, panna, scatole per scarpe o alimenti o detersivi, di carta e cartoncino».

Le bottiglie di plastica?

«I tappi vanno tolti, i contenitori sciaquati».

Nel metallo che cosa va conferito?

«Bombolette di prodotti per l’igiene, fogli di alluminio, lattimi, scatolette, tappi e capsule, tubetti da conserva, vaschette in alluminio».

Nel secco non riciclabile? «Carta oleata, cassette, cd, dvd, cocci di ceramica, cannucce, palettine, giocattoli, lampadine, lettiere sintetiche, pannolini, assorbenti, rasoi, sacchi da aspirapolvere, spugnette sintetiche, utensili da cucina».

Se finisco i sacchetti?

«E’ prevista una fornitura standard annuale da 150 computabili, 60 gialli, 60 grigi, 50 di carta: comunque una volta esauriti si possono ritirare al punto informativo porta a porta».

E se rubano i mastelli? «Francamente non risulta che vengano rubati: comunque nel caso va fatta denuncia di furto, e chiederne uno nuovo al gestore».

Se si danneggiano?

«Non dovrebbe accadere, ma semmai si chiede la sostituzione».

Dove porto gli oggetti voluminosi?

«Si deve chiamare il servizio ingombranti, al numero 800487711, o portarli direttamente ai centri di raccolta».

Sfalci e potature?

«Ritiro gratuito fronte strada fino a tre sacchi o fascine, previa prenotazione al numero verde 800487711. Oppure si possono portare all’impianto di compostaggio di Boscalino di Arcola o Silea di Sarzana».

I vestiti usati?

«Nei contenitori di raccolta appositi, su strada».

Le pile?

«Nei contenitori presso il Comune, o presso le scuole».

I farmaci?

«Nei contenitori presso le farmacie».

I giorni di ritiro sono uguali tutto l’anno?

«In estate ce ne sono di più, perché c’è più turismo».

In che giorni si ritira l’organico, da maggio a settembre?

«Lunedì, mercoledì, venerdì».

Quando va messo su strada? «Il giorno prima. Fra le 21 e le 24, perché il ritiro avviene dalle 24».

Stesso orario ovunque? «No. Nella zona che chiameremo rossa, quella più turistica, è bene metterlo dalle 22.30 alle 24».

Perché?

«C’è passeggio: non sta bene lasciare i rifiuti a vista troppo a lungo».

E se un anziano vuol andare a dormire prima?

«La metta pure prima: vedremo il suo sacchetto in strada. Se chiediamo di metterla dopo, è per dare un’idea più pulita, dove c’è passeggio».

Come fa una persona a sapere se vive in zona rossa? «E’ scritto nel kit: ci sono tutte le strade».

Se perde il foglio?

«Può richiederlo all’ufficio ambiente, 328 150.31.79».

Quand’è il ritiro della plastica e metallo?

«Il martedì».

Quando vanno messi?

«La sera prima».

Quando si ritirano vetro, secco e carta?

«Il vetro il giovedì; il secco lunedì, la carta il venerdì».

Se uno sbaglia a separare i rifiuti, scatta la multa?

«No: troverà un bollino rosso, che gli indica l’errore. In questa fase non sono previste sanzioni eccetto che per l’abbandono di rifiuti».

E’ vero che sui mastelli va messo un codice?

«Solo dal 2017».

Sui mastelli va messo il nome?

«No: ma se ciascuno vuole riprendersi il suo, e non confonderlo con quello del vicino, può mettere un adesivo, ma solo per riconoscerlo».

Se ho una seconda casa? «Chiunque sia titolare di Tari ha diritto al kit: il ritiro del lunedì è studiato per agevolare i turisti che ripartono la domenica. Ma sabato domenica ci sarà un servizio Eco Stop: otto ore, una per frazione, per raccogliere i rifiuti di chi deve andar via e non può aspettare».

In alternativa?

«Si va ai centri raccolta: a Silea o agli Scoglietti, tutti e due sono sulla via delle autostrade».

E un centro raccolta a Lerici si farà?

«Sì: sarà pronto entro l’anno»

About admin

Check Also

#newsoftheday Sarò Speaker nella sessione Forum 201: Infrastructure of Green Smart City nel BIT’ Congress of Knowledge Economy 2016 (November 10-12, 2016) a Qingdao -China.

#newsoftheday Sarò ufficialmente uno speaker nella sessione Forum 201: Infrastructure of Green Smart City nel …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *